Archivi tag: Pakistan

Malala School

“Dateci penne oppure i terroristi metteranno in mano alla mia generazione le armi”. (Malala Yousufzai)

malala-school 

Cure in Gran Bretagna per Malala Yousafzai, la ragazza ferita dai talebani

La 14enne attivista civile pachistana Malala Yousafzai, ferita dai talebani, è stata mandata nel Regno Unito per curarsi. Le condizione della giovane migliorano. I medici le hanno tolto la ventilazione automatica e la ragazza già respira autonomamente.
Martedì scorso Malala ha subito un’agguato: alcuni talebani le hanno sparato mentre tornava a casa dopo la scuola. Un proiettile ha colpito la ragazza alla testa.
Da quando aveva 11 anni Malala gestisce un blog su internet in cui critica i talebani e sostiene il diritto all’istruzione delle ragazze. (La voce dalla Russia)

Pakistan: talebani sparano a bambina pacifista
Conosciuta anche all’estero per la sua ribellione contro l’imposizione talebana di cultura punitiva verso le donne
10 ottobre, 02:23

Malala Yousufzai, una ragazzina pachistana di 14 anni che tempo fa ha avuto il coraggio di criticare il modello di vita imposto dai talebani nella Valle dello Swat (Pakistan nord-occidentale) è stata attaccata oggi e gravemente ferita a colpi d’arma da fuoco mentre viaggiava a in un autobus scolastico vicino a Mingora.

Lo riferisce DawnNews Tv. Vincitrice del Premio nazionale della pace giovanile, Malala é stata colpita con due proiettili al collo e alla testa.Alcuni media hanno riferito che un commando armato ha fermato l’automezzo e cercato espressamente Malala prima di sparare, ferendola insieme ad almeno altre due ragazze. Trasferita in un ospedale locale, la giovane è stata trasportata successivamente in un elicottero inviato dal premier pachistano Raja Pervez Ashraf a Islamabad.

Conosciuta anche all’estero per la sua ribellione contro l’imposizione da parte dei talebani di una cultura che punisce le donne, la ragazza era stata posta dal movimento Tehrik-e-Taliban Pakistan (TTP) in una lista di personaggi da colpire.

E’ stato rivendicato qualche ora dopo dai talebani il ferimento oggi di Malala Yousufzai. In una dichiarazione all’ANSA da una località sconosciuta, il portavoce del Tehrik-i-Taliban Pakistan (TTP), Ehsanullah Ehsan, ha ammesso che “l’abbiamo attaccata perché stava sviluppando una propaganda anti-talebana ed un pensiero ‘secolare’ fra i giovani della zona”.

Malala Yousafzai, la ragazzina pachistana di 14 anni ferita oggi a colpi d’arma da fuoco dai talebani, “é in gravi condizioni” e sarà trasferita in un ospedale all’estero. Lo ha annunciato il governo della provincia di Khyber Pakhtunkhwa. Per il momento non è ancora noto il Paese prescelto per cercare di riparare i danni neurologici causati dai proiettili (Ansa.it)

Fakhra

In ricordo di Fakhra Younas, icona dell’emancipazione femminile nel mondo islamico.

In memoria di Fakhra Younas

Fakhra Younas si è sucidata: il suo volto sfregiato dall’acido un simbolo contro la violenza

Fakhra Younas è morta due volte: una nel 2001, quando in Pakistan il marito le sfregiò per gelosia il volto con l’acido, e una pochi giorni fa a Roma, buttandosi dalla finestra. Era una bellissima ballerina di vent’anni quando decise di separarsi dal marito per le troppe violenze e trasferirsi in un’altra casa col figlio Neuman: la sua iniziativa venne punita con la violenza estrema dello sfregio, che le eliminò un orecchio, il naso, le chiuse un occhio e le incassò il volto nel collo. Quando arrivò a Roma, 11 anni fa, si sottopose a 39 interventi di chirurgia plastica per tentare di riacquistare delle sembianze umane, e cercò un riscatto dall’accaduto nella scrittura di un libro, Il volto cancellato (uscito nel 2005), e prestandosi a raccontare la sua storia a televisioni e giornali. Ma la sua serenità era ormai compromessa per sempre, e il suo umore oscillava tra la disperazione e la tranquillità, tanto che negli ultimi anni aveva già tentato il suicidio tre volte. (da Liquida )