Archivi tag: Governo Monti

Doubling

Doubling_2012©EDUALC

Monti non esclude il bis. In circostanze speciali pronto a servire paese
27 settembre

(ANSA) – NEW YORK, 27 SET – “Se ci dovessero essere circostanze speciali, che io mi auguro non ci siano, e mi verrà chiesto, prenderò la proposta in considerazione”. Lo ha detto il premier Mario Monti rispondendo alla domanda su un possibile proseguimento della sua premiership. Monti intervenendo al Council of Foreign Relations, ha aggiunto di non avere intenzione di candidarsi alle prossime elezioni ma si e’ detto pronto a servire ancora il paese. Monti ha ricodato infatti di essere stato nominato senatore a vita. (ANSA)

Luci II

Vedo doppio. (PIN)

Luci II_2012©EDUALC 

Cucchiani (Intesa): “Monti bis molto probabile”

07 settembre, ore 13:11
Cernobbio (Como) – (Adnkronos/Ign) – Il Ceo di Intesa SanPaolo a Cernobbio si sbilancia e sull’ipotesi di un nuovo governo Monti dice: “Non solo lo ritengo fondamentale, ma anche estremamente probabile”

Bianco e Fornero

Al tavolo di confronto su lavoro e disoccupazione preferirono la trave. (PIN)

Al tavolo di confronto preferirono la trave 

… dalla  celebre fotografia  del 1932 “Lunch Atop a Skyscraper” di Charles C. Ebbets, che ritrae 11 operai sospesi sulla città di New York mentre consumano il pranzo,  scattata  durante la costruzione del Rockefeller Center.

 Lavoro: Fornero, sull’articolo 18 il governo non cedera’

 (AGI) – Roma, 26 mar. – “Non accetteremo una riforma ridotta in polpette”. In un’intervista a ‘la Repubblica’ il ministro del Lavoro Elsa Fornero ribadisce: la riforma del lavoro “potra’ anche subire qualche cambiamento, ma chiediamo che il parlamento sovrano ne rispetti l’impianto e i principi basilari”. In caso contrario “dovra’ assumersi le sua responsabilita’ e il governo fara’ le sue valutazioni”. E sottolinea: “la linea l’ha tracciata il presidente Monti: le discussioni con le parti sociali si fanno e sono doverose, ma a un certo punto devono finire e il governo deve trarre le sue conclusioni, anche se qualcuno no e’ d’accordo. Su questo da parte nostra c’e’ assoluta fermezza”. Il provvedimento, insiste Fornero, “e’ quello e non cambiera’ fino al suo approdo in Parlamento”. E sull’articolo 18 per il ministro “il senso della riforma e’ chiaro: nei licenziamenti per motivi economici oggettivi e’ previsto l’istituto dell’indennizzo, e non quello del reintegro. Si possono fare correzioni specifiche ma questo principio-base della legge dovra’ essere rispettato”. Inoltre, aggiunge il ministro del Welfare, il presidente Monti nella stesura finale del ddl “si e’ impegnato a evitare ogni forma di abuso in questa materia. Dunque nessuna macelleria sociale. Non distruggiamo i diritti di nessuno” E conclude con un appello alle imprese: “Non abusate della buona flessibilita’ che la riforma introduce. Sarebbe il modo piu’ irresponsabile di farla fallire”. (AGI)