Le stragi degli Innocenti


Siria: strage di civili a Hula, “110 morti, decine di bambini”

26 maggio 2012

(AGI) – Nicosia, 26 mag. – Una nuova strage di civili ha insanguinato la Siria nel 63mo venerdi’ di proteste contro il regime: a Hula, nella provincia ribelle di Homs, le forze di sicurezza del regime di Bashar al-Assad hanno ucciso un centinaio di persone, tra cui molti bambini. Sul bilancio preciso del bombardamento condotto dall’artiglieria dopo alcuni scontri alla periferia della citta’ le fonti sono discordanti.
Il Consiglio nazionale siriano, che raggruppa i principali movimenti dell’opposizione, ha parlato di 110 vittime, fra cui 13 bambini, e ha chiesto una riunione d’urgenza del Consiglio di sicurezza dell’Onu per “accertare le responsabilita”. Di 90 morti, tra cui 25 bambini, ha parlato invece l’Osservatorio siriano per i diritti umani. Immagini amatoriali postate su YouTube da Hula mostrano i cadaveri insanguinati di bambini in un appartamento, uno dei quali e’ decapitato.

Le uccisioni sono proseguite anche nella notte e gli abitanti sono in fuga dal villaggio di Taldau, alle porte di Hula, ha denunciato Rami Abdel Rahman del’Osservatorio per i diritti umani che ha accusato i Paesi arabi e la comunita’ internazionale di essere “complici” di queste stragi. Non ci sono conferme indipendenti sul numero delle vittime a Hula perche’ nella zona non sono presenti giornalisti. Gia’ nell serata di venerdi’ fonti dell’opposizione siriana avevano parlato di una cinquantina di morti. Intanto mezzi corazzati dell’esercito siriano sono entrati per la prima volta ad Aleppo, nel nord, la seconda citta’ del Paese teatro nelle ultime settimane di manifestazioni contro il regime. I blindati hanno disperso migliaia di persone radunate per i funerali di un ragazzo ucciso a colpi d’arma da fuoco.

OSSERVATORI ONU A HULA DOPO MASSACRO CIVILI

Una squadra di osservatori dell’Onu e’ arrivata a Hula, in Siria, dopo la denuncia del massacro di civili. Gli osservatori si sono recati direttamente nel villaggio di Taldau, alle porte di Hula. Il loro obiettivo e’ “documentare i crimini commessi nelle ultime 24 ore, in violazione del cessate-il-fuoco” previsto dal piano di pace in sei punti di Kofi Annan, inviato speciale congiunto della stessa Onu e della Lega Araba, e teoricamente in vigore gia’ dal 12 aprile scorso sull’intero territorio nazionale. (AGI)

Da Giotto e dalla sua straordinaria Strage degli Innocenti nella Cappella degli Scrovegni a Padova.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...