A Hard Bahrain’s a-Gonna Fall

And it’s a hard, and it’s a hard, it’s a hard, and it’s a hard,  

And it’s a hard Bahrain’s a-gonna fall.  (Dylan Pin)

 

 Bahrein: tre giorni di ‘rabbia’ ma la Formula 1 non si ferma

(AGI) – Roma, 21 apr. – L’opposizione proclamano i tre giorni della “rabbia” in Bahrein ma la Formula 1 non si ferma e i piloti sono scesi oggi in pista per le prime prove libere in vista del Gran Premio di domenica. I giovani del ‘Movimento Giovanile del 14 febbraio’ hanno voluto approfittare dell’evento sportivo, a grande risonanza internazionale, per denunciare le violazioni dei diritti umani del regno, per chiedere la liberazione dell’attivista Abdulhadi al-Khawaja, in sciopero della fame da oltre 70 giorni, e denunciare l’arresto di quasi un centinaio di attivisti dal 14 aprile scorso. Anche oggi le manifestazioni di piazza sono degenerate in scontri tra manifestanti e polizia.

Anonymous blocca il sito del Gran Premio

Circa 5mila persone hanno protestato a Budaiya, vicino alla capitale Manama, contro il Gran Premio e contro il governo. I manifestanti sciiti si sono scontrati con la polizia. I primi hanno lanciato bottiglie molotov contro gli agenti, che hanno risposto con i gas lacrimogeni. Il principe Salman ben Hamad ben Isa Al Jalifa in una conferenza stampa nel circuito di Sakhir, alla periferia della capitale, ha assicurato che la gara si correra’ regolarmente. “Un annullamento rinforzerebbe solo gli estremisti”, il Gran Premio e’ “qualcosa di positivo per la nazione, non qualcosa che la divide”, ha detto. A meta’ giornata la scuderia Force India si e’ ritirata dalla prove libere del venerdi’, motivando la scelta con “ragioni logistiche”. Ma mercoledi’ notte un’automobile a noleggio con a bordo quattro meccanici del team era rimasta coinvolta negli scontri tra manifestanti e forze dell’ordine. I quattro, hanno visto scoppiare vicino alla propria autovettura una bomba molotov, che non ha provocato danni, ne’ al mezzo ne’ alle persone. Nonostante questo clima, la Fia ha fatto sapere che la sicurezza dell’evento non e’ in questione, e che l’edizione 2012 non verra’ cancellata come quella precedente, dopo che le violenze nel arcipelago avevano provocato la morte di oltre 30 persone. Anonymous intanto ha paralizzato il sito web del Gran Premio. Il gruppo di hacker e’ riuscito a violare il dominio hhtp://f1-racers.net/ sulla cui home page e’ visibile ora un messaggio. “Per un anno – si legge – il popolo del Bahrein ha lottato contro il regime oppressivo del re Hamad bin Al Khalifa. Sono stati assassinati per le strade, travolti dai veicoli, picchiati, torturati, colpiti da lanci di gas lacrimogeni anche nelle loro case, sequestrati dalla polizia. Le loro attivita’ commerciali hanno subito atti vandalici dalla polizia. Ancora oggi – prosegue il testo – il regime persiste a negare qualsiasi riforma e a usare tattiche di oppressione brutali e violente. La situazione dei diritti umani in Bahrein, gia’ tragica, diventa piu’ drastica giorno dopo giorno. Per questi motivi ci si dovrebbe fortemente opporre al Gran Premio del Bahrein. Il regrno di Al Khalifa e’ accusato di trarre profitto dalla gara e di usare pallottole vere contro i manifestanti. Hanno gia’ cominciato a punire interi villaggi per le proteste e hanno promesso ingenti forme di denaro a chi contribuisce a mantenere l’ordine durante il Gran Premio”. Anonymous termina il messaggio sposando in pieno le richieste dei manifestanti e accusando “l’autorita’ della Formula 1: “e’ ampiamente a conoscenza della situazione dei diritti umani in Bahrein e ha scelto quindi di contribuire all’oppressione dei civili”. (AGI) .

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...