Archivio mensile:dicembre 2009

Iran, il regime all’attacco

Teheran, 29 dicembre – Un rappresentante dell’ayatollah Khamenei dichiara che i leader dell’opposizione vanno giustiziati in base alla Sharia. La tv pubblica riferisce che per Abbas Vaez-Tabasi, religioso che rappresenta Khamenei, i capi degli oppositori sono ‘mohareb’ (nemici di Dio) per i quali la legge islamica prevede la condanna a morte. ‘Coloro che stanno dietro all’attuale sedizione nel Paese – ha detto – sono ‘mohareb’ e la legge e’ molto chiara su quale deve essere la loro punizione’. (ANSA)

Dei delitti, delle pene e dei suicidi

Sono 559 i detenuti che si sono tolti la vita nelle carceri italiane dal 2000 al 2009. Quello ancora in corso e’ l’anno che detiene il drammatico ‘record’ di suicidi in carcere: ben 71 i detenuti che si sono tolti la vita – l’ultimo oggi a Rebibbia – mentre nel 2008 erano stati 46. E’ il dato fornito dal centro studi di ‘Ristretti Orizzonti’, sulla base delle rilevazioni del Dap.

(La Repubblica.it,  23/12/09)

Il Natale rubato

Dipinta da Caravaggio in Sicilia nel 1609,  la grande tela raffigurante la Natività  con i Santi Lorenzo e Francesco è stata trafugata  nell’ottobre 1969 dall’Oratorio di San Lorenzo a Palermo e mai più ritrovata. La sottrazione di un’opera di così grandi dimensioni e la sua rischiosissima custodia per 40 anni restano ancora oggi un mistero inspiegabile.

Caravaggio, Natività con i santi Lorenzo e Francesco (1609)

Uomini e topi

Roberto Saviano, l’autore di Gomorra, in una conferenza tenuta presso l’Accademia di Brera giovedi 10 dicembre ha affermato: “Sento frasi di esponenti politici che invitano il cardinale Tettamanzi a occuparsi di più dei milanesi. Forse non sanno chi sono veramente i milanesi” e ancora “La Lega si scusi con Tettamanzi“.  Pronta la replica dell’ex guardasigilli Roberto Castelli, senatore e viceministro:  “Ma va a ciapà i ratt“.